COSTRIZIONE ALL’ARTERIA ILIACA: STOP FORZATO PER FABIO ARU

marzo 27, 2019

E’ stato finalmente individuato il problema fisico che ha afflitto il fisico di Fabio Aru negli ultimi tempi: si tratta di una costrizione dell’arteria iliaca della gamba sinistra che impedisce un normale afflusso sanguigno alla gamba soprattutto quando l’atleta è impegnato nel produrre il massimo sforzo.

Fabio Aru sarà operato nei prossimi giorni (data ancora da stabilire) presso il Nuovo Ospedale di Prato in angioplastica.

Il programma di recupero prevede poi un mese di assoluto riposo immediatamente dopo l’operazione, a questo faranno seguito 2/3 mesi di allenamento incrementale che dovrebbero portare il Campione di Villacidro a rientrare alle competizioni in un periodo stimato di circa 4 mesi.

Naturalmente queste sono stime teoriche che andranno poi adattate alla risposta dell’organismo all’operazione in primis, quindi alla fisioterapia infine all’allenamento.

Si tratta naturalmente di uno stop forzato e doloroso che terrà Aru lontano dalle gare per un lungo periodo ma, come rilevato da Fabio stesso, l’aver individuato una causa certa delle flessioni, in termini di prestazioni atletiche, che hanno lo hanno colpito lo scorso anno e negli ultimi tempi è da considerarsi una buona notizia per il futuro: “Ci sono stati giorni in bici in cui ero devastato… era terribile il fatto di non riuscire a darmi una spiegazione di questo – ha commentato Aru – ora mi dispiace molto fermarmi ma provo un senso di sollievo perché so che, dopo l’operazione, potrò tornare a essere quello che sono davvero.”

-ENG-

The physical problem that afflicted Fabio Aru’s body in recent times was finally identified: it is a constriction of the iliac artery of the left leg that prevents a normal blood supply to the leg especially when the athlete is engaged in producing the maximum effort.

Fabio Aru will be in surgery in the next few days (date yet to be determined) at the New Hospital of Prato in angioplasty.

The recovery program then provides a month of absolute rest immediately after the operation, followed by 2/3 months of incremental training that should lead the Villacidro Champion to return to competition in an estimated period of about 4 months.

Naturally these are theoretical estimates that will then have to be adapted to the response of the organism to the operation in the first place, then to physiotherapy and finally to training.

This is naturally a forced and painful stop that will keep Aru away from the races for a long time but, as noted by Fabio himself, having identified a certain cause of the difficulties, in terms of athletic performance, that have struck him last year and in recent times is to be considered good news for the future: “There have been days on bike where I was devastated … it was terrible the fact of not being able to give me an explanation of this – commented Aru – now I am really sorry to stop but I feel a sense of relief because I know that, after the operation, I can go back to being what I really am.”

 

©BettiniPhoto

I commenti sono chiusi.