Terzo nella crono

luglio 21, 2016

La fine del Tour de France si avvicina e come promesso, Fabio Aru sta dando il massimo per risalire la classifica con l’obiettivo di salire sul podio.

Il primo tentativo di avvicinarsi al terzo posto finale è andato a buon fine, grazie a una prestazione eccellente del Cavaliere dei Quattro Mori nella cronoscalata della 18esima tappa (17 km da Sallanche a Megeve) vinta da Froome, sempre più padrone di questa edizione della Grande Boucle.

Aru ha fatto registrare il terzo miglior tempo (31’16”) a 33” dalla maglia gialla e a 12” da Dumoulin, specialista delle crono, secondo. Un tempo straordinario per lui che ha fatto applaudire gli addetti ai lavori e sognare i tifosi, giunti proprio in questi giorni dalla Sardegna per sostenerlo verso Parigi. Tra loro anche i famigliari, con la mamma Antonella, che festeggiava il compleanno e non poteva aspettarsi regalo migliore.

Sono partito a tutta e ho dato tutto. Quello di oggi era per me un test importante e sono felice di questo risultato” racconta dopo la tappa Fabio, che in classifica generale passa dopo questa grande prova dall’ottavo al settimo posto, scavalcando Valverde e portandosi a 1’52” dal podio. A Parigi mancano due dure tappe, dove Aru e il Team Astana cercheranno di compiere l’impresa, raggiungendo il podio. Su questo tuttavia il capitano della squadra kazaka preferisce non sbilanciarsi: “Non mi è mai piaciuto parlare troppo, preferisco pedalare. Quello che posso promettere è di dare il massimo, anche per i miei tifosi che sono giunti fino a qui per sostenermi e per farlo hanno anche fatto sacrifici, visti i costi delle trasferte dalla Sardegna”.

credits Bettiniphoto

I commenti sono chiusi.